Drag queen che legge ai bambini nelle biblioteche è un pedofilo condannato

By 3 aprile 2019Gender

Per chi non lo sapesse, nelle librerie e biblioteche degli Stati Uniti d’America si sta diffondendo una moda, quella di far leggere a Drag queen storielle per bambini. Un Drag Queen è generalmente un omosessuale o transessuale, che si esibisce in spettacoli di varietà travestito da donna, sfoggiando un trucco e un abbigliamento volutamente appariscenti, improntati a un’idea di femminilità eccessiva, che sfiora la parodia. Ovviamente sono storielle che servono a diffondere nei bambini di tenera età, in genere in età pre-scolare, il verbo della cultura LGBT. Questi spettacoli di intrattenimento si chiamano “Drag Queen Storytime”.

Una delle biblioteche più famose che offrono questo tipo di spettacoli è la Houston Public Library. In uno di questi spettacoli la libreria ha fatto esibire la Drag Queen di nome Tatiana Mala-Niña, senza, evidentemente, approfondire la storia precedente dell’uomo vestito da donna.

Purtroppo per la biblioteca, l’approfondimento lo ha fatto un attivista pro-family della MassResistance di Huston. E cosa è venuto fuori? Beh, che il cross-dresser, colui che si veste da donna, è un pedofilo registrato!

MassResistance ha rivelato che Alberto Garza, 32 anni, che si fa chiamare Tatiana Mala-Niña, è stato condannato nel 2008 per aver aggredito sessualmente un bambino di 8 anni. La biblioteca non è stata capace di fare un controllo sulla storia personale di nessuna delle “Drag Queens”, nonostante gli obblighi e gli avvertimenti di MassResistance.

Tatiana Mala-Niña si esibisce regolarmente in locali.

Gli attivisti di MassResistance avevano più volte espresso lamentele per questo tipo di spettacoli, ma erano stati sempre respinti, a volte con sprezzo e ironia. In una delle ultime sedute del Consiglio Comunale di Houston, Mike Laster, un membro apertamente “gay” del Consiglio Comunale, ha preso in giro questa preoccupazione per le Drag Queens, chiedendo ai membri di MassResistance: “Di cosa avete paura?”. Lo stesso sindaco di Houston, Sylvester Turner, aveva dichiarato pubblicamente che queste Drag Queens sono “modelli di comportamento” per la comunità di Houston.

Ovvio che, dopo la scoperta di MassResistance, la biblioteca ha dovuto emettere un comunicato scusandosi per l’accaduto, e garantendo che quel personaggio non sarebbe più comparso in alcuno spettacolo futuro. Precisando infine che “nessun partecipante (drag queen, ndr) è mai rimasto solo con i bambini”.

“Drag Queen Story Hour” della biblioteca pubblica di Huston è un programma il cui obiettivo è quello di far sentire i bambini a proprio agio con i comportamenti LGBT. Presenta uomini omosessuali in costumi e trucco sgargianti che sembrano ossessionati dalla lettura di libri a tema omosessuale e transessuale per bambini molto piccoli. Questi stessi uomini conducono una vita anche come artisti di spettacoli con spettatori adulti.

di Sabino Paciolla

19 marzo 2019

Drag queen che legge ai bambini nelle biblioteche è un pedofilo condannato