UNA PILLOLA DI ATTUALITA’ – L’ipocrisia del “politicamente corretto”

By 26 Settembre 2020Pillole di saggezza

Nella quarta settimana del mese la Pillola di Saggezza approfondirà un argomento di attualità. La prima riguarderà un increscete anomalia presente nelle società occidentali e che sta diffondendosi anche il Italia: l’ipocrisia del “politicamente corretto” o “politically correct”.

Il “policamente  corretto” è sorto attorno agli anni 90’ del XX secolo come nuova modalità culturale di approcciarsi alle diversità con la finalità di oltrepassare un linguaggio pubblico che poteva offendere determinate persone che vivevano situazioni di emarginazioni o di subalternità. Un’idea più che condivisibile, ma con il trascorrere del tempo questa tendenza si è ampliata perdendo la sua originalità e oggi condiziona la facoltà di esprimere liberamente il proprio pensiero, di chiamare le cose con il loro nome, di raccontare i fatti come avvengono. In altre parole è divenuta una trappola che condiziona il relazionarsi con sincerità e autenticità sia con gli altri che con la società. E’ l’antitesi del detto evangelico: “Sia invece il vostro parlare sì, sì; no, no; il di più viene dal maligno” (Mt. 5,37).

Per approfondire la tematica proponiamo il libro di Eugenio Capozzi “Politicamente scorretto. Storia di un ideologia” (ed. Marsilio 2018) e un video con l’intervista a Capozzi che oltre riassumere il testo risponde ad alcuni interrogativi: Chi si giova del tallone di ferro del politicamente corretto? Perché solo l’Occidente è considerato, da questa visione del mondo e si ritiene meritevole di essere distrutto? Quanto di nichilista c’è in questa ideologia? Perché le altre culture rifiutano il multiculturalismo imposto dai mezzi di informazione  occidentale?

Eugenio Capozzi è professore ordinario di Storia contemporanea presso la facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Napoli «Suor Orsola Benincasa». Fa parte del comitato scientifico della rivista «Ventunesimo Secolo» e della redazione di «Ricerche di storia politica». È autore di diversi volumi.

Da ultimo per chi vuole comprendere velocemente il fenomeno proponiamo un breve video satirico dello scrittore e giornalista Roberto Parodi.

APPROFONDIMENTI