Category

Articoli Bioetica 2018

Udine, il Ministero dà ragione all’assessore: «Gli atti di nascita devono indicare mamma e papà»

By | Articoli Bioetica 2018

Dopo le sconcertanti motivazioni con le quali il Tribunale di Mlano, alcuni giorni fa, ha imposto al Comune di Milano di trascrivere l’atto di nascita di due gemelle ottenute, in California, tramite il ricorso all’utero in affitto e l’acquisto di ovuli, sembra adesso, finalmente intravedersi la possibilità concreta di porre un freno a simili “sentenze creative” che, come ha sottolineato Massimo Gandolfini, Portavoce del Comitato Difendiamo i Nostri Figli, in un suo recente comunicato, negano il ruolo della madre per via giurisprudenziale, ignorando anni di ricerca sulla biologia, la psicologia e l’antropologia umana. Leggi

La gravità della somministrazione della pillola abortiva in day hospital

By | Articoli Bioetica 2018

L’annuncio fatto qualche giorno fa dall’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, non è decisamente dei più felici, per usare un eufemismo: a partire del prossimo anno, in Lombardia, la pillola Ru486 potrà essere somministrata in day hospital. Viene così superata la procedura attuale che, per quella che viene chiamata «interruzione volontaria di gravidanza farmacologica» – il nome politicamente corretto dell’aborto chimico -, prevede tre giorni di ricovero. Leggi

Puccetti: “L’antidoto alla RU 486 possibile anche in Italia”

By | Articoli Bioetica 2018

“Qualsiasi medico in possesso del ricettario regionale potrebbe prescrivere le iniezioni o le compresse di progesterone a carico del Sistema Sanitario pubblico per contrastare l’azione della RU 486 e interrompere l’aborto”. Renzo Puccetti spiega alla Nuova BQ che pur non esistendo in Italia una Abortion Pill Rescue, basata su un protocollo che prevede la somministrazione di progesterone per capovolgere gli effetti della pillola abortiva e mantenere quindi la gravidanza, ogni medico potrebbe prescriverla. Leggi