Category

Testimoni

A Papa Francesco dono le mie lacrime – Intervista esclusiva a Patti Smith ·

By | Testimoni

In occasione del festival musicale più importante d’Europa, il Medimex di Taranto, incontro Patti Smith. Mi attende in una stanza dell’ateneo pugliese, calma e accogliente, dopo aver parlato di musica e di poesia con migliaia di partecipanti presso l’aula magna dell’università. Fuori una ressa incredibile di persone che educatamente attendono di poterla salutare, per un autografo o un selfie. Leggi

Amazzonia: nave-ospedale “Papa Francesco” porterà Vangelo e assistenza sanitaria

By | Testimoni

La fraternità San Francesco di Assisi nella Provvidenza di Dio e l’associazione di laici che l’accompagna, stanno ultimando i preparativi per varare, nel prossimo luglio, l’imbarcazione-ospedale “Papa Francesco”, che porterà il Vangelo e assistenza sanitaria a oltre 700 mila abitanti di località amazzoniche raggiungibili solo per via fluviale, nello stato brasiliano del Pará. Leggi

Hugh O’Flaherty, il sacerdote che salvò 6.500 vite dal nazismo

By | Testimoni

In occasione dei 75 anni dalla liberazione di Roma, avvenuta il 4 giugno 1944, la Hugh O’Flaherty Memorial Society, da anni impegnata nel mantenere viva la memoria del sacerdote irlandese che salvò migliaia di persone dai nazisti, ha organizzato quest’anno un significativo raduno celebrativo nella capitale. Il coraggio di mons. O’Flaherty è un esempio luminoso di altruismo in anni dominati dal buio e dall’odio. Leggi

Attentato nello Sri Lanka: Ramesh Raju, il martire-eroe che ha salvato 600 persone

By | Testimoni

Un’onda di attentati che miravano a tre chiese nelle quali si celebrava la Pasqua cristiana, nonché ad alberghi di lusso, ha duramente toccato lo Sri Lanka domenica 21 aprile. Tra le vittime, Ramesh Raju, un padre di famiglia che ha salvato molte vite a prezzo della sua. Dopo gli atti terroristici che lo scorso 21 aprile hanno sconvolto il Paese, lo Sri Lanka, in lutto, rende omaggio alle sue vittime. Fra queste c’è Ramesh Raju, un eroe discreto. A prezzo della propria vita, questo quarantenne padre di due figli ha impedito a un kamikaze di entrare in una chiesa il giorno degli attentati. Membro della chiesa evangelica di Zion, situata a Batticaloa, sulla costa del Paese, era incaricato di gestire il flusso dei fedeli in ragione dell’importante affluenza, e ha visto arrivare uno sconosciuto con due zaini. Avendo dei sospetti, si è fatto avanti e gli ha chiesto di lasciarli all’esterno. La bomba è esplosa dopo il breve alterco, uccidendo 29 persone – fra cui 14 bambini. Le 600 persone presenti all’interno dell’edificio – fra cui numerosi bambini che uscivano dal catechismo – non sono stati toccati. Leggi