Category

Gender

Il Modena pride e le manifestazioni di orgoglio gay, tra blasfemia e strumentalizzazioni

By | Gender

Il primo giugno scorso, si è svolta a Modena la marcia dell’orgoglio gay, con il solito stile a dir poco grossolano a cui ormai siamo da tempo abituati. È noto come, durante queste manifestazioni, accada di tutto e che gli strali dei manifestanti vadano a colpire indistintamente ogni tipo di idea avversa alla cultura dell’orgoglio gay, non risparmiando nemmeno il sacro. Ma si sa, alla comunità Lgbt tutto è permesso, persino le sfilate apertamente blasfeme: abbiamo ancora negli occhi le immagini del gay pride di Pompei, tenutosi la scorsa estate, dove, è bene ricordarlo, ha sfilato un “Papa Francesco arcobaleno” e persino una Madonna gay impersonata da un uomo travestito con un abito sgargiante e una parrucca biondo platino con le braccia rivolte, in senso di accoglienza, verso gente che si scatenava in slogan non di certo ortodossi. Leggi

Luce Irigaray, la filosofa femminista che polverizza il gender

By | Gender

Dopo esserci ormai assuefatti alla parola “medievale” divenuta lo strale con cui certa cultura e certa politica colpiscono il pensiero di quelli che identificano in blocco come “i pensatori di destra, bacchettoni, contrari al progresso dell’umanità”, colpevoli di difendere la famiglia la naturale e la vita, ecco che un fatto ideologicamente imprevisto, viene di colpo a spiazzare gli stessi accusatori, costringendoli ad allentare la loro vis polemica e (finalmente) a riflettere sulle loro superficiali accuse. Leggi

Basta gender in aula! Famiglie in rivolta nel mondo

By | Gender

Delle pretese gender ora la gente non ne può proprio più ed alza la voce nel mondo, pretendendo per i propri figli un’educazione davvero attenta alle loro esigenze, priva di fronzoli ideologici e di “esperimenti” Lgbt. Lo dimostra quanto accaduto in Spagna, ad esempio, nelle cui scuole sono stati introdotti in sordina programmi di genere, in grado di produrre solo confusione indebita nei ragazzi, oltre tutto in una fase particolarmente delicata del loro sviluppo. Leggi

Il caso dei fratelli che diventano sorelle

By | Gender

I servizi sociali inglesi portano in tribunale una famiglia, dove su cinque figli (due naturali e tre in affido) tre hanno già cambiato o stanno per cambiare sesso. Ma per il giudice non c’è nulla di anormale. Uno dei loro cinque bambini, a soli sette anni aveva già iniziato il percorso di transizione, a 13 era diventato a tutti gli effetti e per la legge una ragazza. Un altro ha manifestato importanti «problemi con l’identità di genere». Un terzo, che oggi ha sei anni, fin da quando ne aveva tre veniva vestito e chiamato col nome di una bambina. Non c’è giornale del Regno Unito che non si stia occupando del caso dei «fratelli che diventano ragazze».
Tutte le domande scatenate dall’inchiesta del Times sulle attività che fanno capo alla Tavistock & Portman (la controversa clinica del National Health Service inglese che si occupa di “curare” i minori che soffrono di disforia di genere e da cui si sono licenziati 18 medici in tre anni), sono emerse prepotenti ora che a esprimersi su una vicenda accaduta nella Contea di Lancashire è stato un giudice dell’Alta Corte inglese. Leggi

Capire la disforia di genere e come viene trattata nei bambini e negli adolescenti

By | Gender

Interessante articolo di una pediatra americana Monique Robles, MD,  che denuncia la labilità scientifica dell’approccio terapeutico nei trattamenti dei bambini con disforia di genere. In un’epoca in cui le Linee-guida “evidence based” (basate su evidenze scientifiche) fanno la parte del leone in ogni campo della Medicina, sembra che questo delicatissimo campo abbia una deontologia a parte. Leggi

Spadafora vuole il reato di omofobia

By | Gender

Il sottosegretario alla Pari opportunità Vincenzo Spadafora viene intervistato da La Stampa. Spadafora vuole che l’”omofobia” sia considerata reato. «Ci sono già diverse proposte di legge depositate in Parlamento – afferma il sottosegretario – e questo vuol dire che c’è una volontà larga da parte dei partiti. [L’approvazione della legge] non è stata inserita nel contratto di governo e quindi non verrà considerata una priorità, diquesto ne dobbiamo prendere atto. Non dobbiamo prendere in giro le associazioni Lgbt dicendo che arriverà in pochi mesi. La mia battaglia è per riuscire ad approvarla entro fine legislatura». Leggi

Arthur omo. Nozze fra maschi in un cartoon americano

By | Gender

Finora l’appoggio dei cartoni animati al mondo Lgbt era stato qualcosa di sostanzialmente ambiguo. Certo, è da tempo che, in particolare grazie alla Disney, nei cartoons hanno fatto la loro comparsa personaggi dagli atteggiamenti particolari, per
così dire, ma nulla di troppo esplicito, in fondo. Questo fino a pochi giorni fa, quando, nella programmazione per bambini, ha fatto la sua comparsa la celebrazione di un matrimonio omosessuale. Proprio così. E’ successo in Arthur una serie basata sui libri di Marc Brown trasmessa in circa 80 Paesi (in Italia debuttò nel 1998 su Italia 1) e giunta alla ventiduesima serie. Leggi