Rassegna stampa settimanale

L’eco della stampa spesso taciuta

Aggiornamento il venerdì
(ultimo aggiornamento 16 febbraio 2018)

Quaresima 2018: “Per il dilagare dell’iniquità l’amore di molti si raffredderà”

Con il Mercoledì delle Ceneri è incominciata la Quaresima 2018, il periodo di quaranta giorni per prepararci a vivere una Pasqua autenticamente umana e cristiana. Come ogni anno, il Papa, ci offre un Messaggio di riferimento per sfruttare al massimo questo “tempo di Grazia”. Quest’anno lo ha intitolato: “Per il dilagare dell’iniquità l’amore di molti si raffredderà” (Mt. 24,12); una frase attualissima che Gesù ha pronunciato a Gerusalemme pochi giorni prima della sua passione e morte. Mentre vi invito a leggere il testo completo che riportiamo in allegato mi preme fare due sottolineature e riportare una conclusione.

“I falsi profeti” a cui dobbiamo porre attenzione per non essere ingannati. Essi, ricorda il Papa, sono come “ ‘incantatori di serpenti’, ossia approfittano delle emozioni umane per rendere schiave le persone e portarle dove vogliono loro. Quanti figli di Dio sono suggestionati dalle lusinghe del piacere di pochi istanti, che viene scambiato per felicità!”.

“L’uomo pensante” li riconosce!

I falsi profeti “raffreddano l’amore e la carità” che dovrebbero caratterizzare il cristiano.  Il Papa si chiede: “Come si raffredda in noi la carità?”. Rifiutando Dio, la sua Parola e i sui Sacramenti, oppure seguendo l’avidità per il denaro, l’accidia egoista, il pessimismo sterile, la tentazione di isolarsi, l’occuparsi solo di ciò che è apparente…

“L’uomo pensante” comprende l’insensatezza di tutto ciò!

Che fare? Quali atteggiamenti assumere? La proposta del Papa: “La Chiesa ci offre in questo tempo di Quaresima il dolce rimedio della preghiera, dell’elemosina e del digiuno.
Dedicando più tempo alla preghiera, permettiamo al nostro cuore di scoprire le menzogne segrete con le quali inganniamo noi stessi (…).L’esercizio dell’elemosina ci libera dall’avidità e ci aiuta a scoprire che l’altro è mio fratello: ciò che ho non è mai solo mio (…). Il digiuno da una parte, ci permette di sperimentare ciò che provano quanti mancano anche dello stretto necessario e conoscono i morsi quotidiani dalla fame; dall’altra, esprime la condizione del nostro spirito, affamato di bontà e assetato della vita di Dio”.

“Solo così il nostro cuore tornerà ad ardere di fede, speranza e carità” (Papa Francesco).

Don Gian Maria Comolli

Twitter giornalieri di Papa Francesco

#Auguro a tutti un cammino quaresimale ricco di frutti; e vi chiedo di pregare per me e i miei collaboratori# (18 febbraio 2018)

SUSSIDIO PASTORALE PER MINISTRI STRAORDINARI DELLA COMUNIONE

VERSO LE ELEZIONI…

Nota riguardante l’impegno e il comportamento dei cattolici nella vita politica

Vogliamo da questa settimana far conoscere a coloro che si presenteranno alle prossime elezioni politiche “dichiarandosi cattolici” una Nota della Congregazione per la Dottrina della Fede del 24 novembre 2002, a firma dell’allora Prefetto card. Joseph Ratzinger dal titolo: NOTA DOTTRINALE CIRCA ALCUNE QUESTIONI RIGUARDANTI L’IMPEGNO E IL COMPORTAMENTO DEI CATTOLICI NELLA VITA POLITICA . Afferma al n. 4 “La coscienza cristiana ben formata non permette a nessuno di favorire con il proprio voto l’attuazione di un programma politico o di una singola legge, in cui i contenuti fondamentali della fede e della morale siano sovvertiti dalla presentazione di proposte alternative o contrarie a tali contenuti”.

Pillola di Saggezza Settimanale