Category

Web e Comunicazione

Odio in rete, il regolamento prevede il tranello

By | Web e Comunicazione

La sua finalità è nobile: combattere le discriminazioni e gli insulti in Rete, rendendo il web un luogo di confronto e di discussione, anziché uno sfogatoio delle peggiori pulsioni. Il rischio concreto è che venga strumentalizzato, contro il volere degli stessi proponenti, e venga utilizzato come alibi per censure e imposizioni di pensieri unici o politically correct. Leggi

Nasce Giornalisti per la Vita

By | Web e Comunicazione

I professionisti dell’informazione e della comunicazione a difesa e sostegno della vita, riuniti in un’unica realtà. È questa la proposta della giornalista freelance Laura Borgognoni, che sta lanciando in questi giorni l’idea di Giornalisti per la Vita. Leggi

Fake news: otto regole per smascherare le bugie

By | Web e Comunicazione

Servono 8 semplici accortezze per scovare una fake news e non abboccare come merluzzi a notizie, storie, informazioni che si propagano “di bocca in bocca”, come cantava De Andrè, o di profilo in profilo, come succede oggi, ma comunque sempre a grande velocità.  A spiegare le 8 regole per capire se una notizia è vera o falsa, è il sito del Parlamento europeo in Italia nella Giornata internazionale contro le fake news che si è celebrata il 2 aprile. Si tratta di consigli assolutamente pratici e praticabili. Leggi

Cyberbullismo: Di Lello, “la rete dà la sensazione di avere una sorta di impunità”

By | Web e Comunicazione

In Italia un minore su due è vittima di episodi di bullismo e cyberbullismo, spesso ripetuti nel tempo. L’età più a rischio è quella compresa fra 11 e i 17 anni, anche se il periodo più critico è fra 11 e 13. Se fino a pochi anni fa le aggressioni erano fisiche e verbali, negli ultimi tempi gli atti di bullismo sono migrati sulla rete. Un vero e proprio fenomeno che spesso sfugge al controllo di genitori e istituzioni. Per la giurista Carla Di Lello è fondamentale “un’alleanza tra scuola e famiglia per contrastarlo” Leggi

Ragazzini adescati in rete con la chat Fortnite. Più controlli in famiglia contro i pericoli del web

By | Web e Comunicazione

Chat e videogames a rischio, il pericolo per i ragazzi arriva dal web. Una connessione a internet veloce, una consolle di ultima generazione o un pc, un videogioco in multiplayer e una cuffia dotata di microfono: è il kit che molti ragazzi e bambini utilizzano abitualmente per giocare on line, ma anche il materiale trovato al 28enne arrestato in Sardegna dagli agenti del compartimento della polizia postale per detenzione di materiale pedopornografico, adescamento di minorenni e pornografia minorile. Leggi

La politica sui social network. Fabris (Univ. Pisa): “Offrono solo un’illusione di democrazia, le decisioni vere le prendono altri”

By | Web e Comunicazione

“Ormai tutti urlano, e dunque il farlo non è più efficace. Meglio, a volte, un silenzio eloquente. La cultura dei social porta a una polarizzazione delle opinioni: o mi piace o non mi piace. Non c’è la possibilità di argomentare, di esprimere un giudizio sfumato. E la polarizzazione porta allo scontro. La violenza verbale o visiva prima o poi genera altra violenza, anche fisica”.  Leggi