Category

Web e Comunicazione

Settimanali cattolici – Pluralismo nell’informazione: un valore costituzionale

By | Web e Comunicazione

Un cambio repentino della legge metterebbe a rischio anche i posti di lavoro di migliaia di giornalisti che sono radicati sul territorio. E non è immaginabile un Paese impoverito di queste voci, sarebbe privato di apporti fondamentali al dibattito sociale e civile. Verrebbe meno un’informazione credibile sempre sul campo al di là delle tante, troppe, fake news che proliferano. Confidiamo, quindi che non si proceda al cambiamento attraverso la legge di Bilancio, ma che si apra un confronto costruttivo e aperto per continuare a sostenere il pluralismo. Leggi

Vedere il vero e il falso – intervista a Luigi Zoja, psicologo analista e saggista

By | Web e Comunicazione

Abbiamo intervistato, nell’ambito della XVII edizione dei Dialoghi di Trani, dedicata al tema “paure” , Luigi Zoja: psicoanalista di fama mondiale. Classe 1943, Luigi Zoja ha compiuto le sue prime ricerche sociologiche nella seconda metà degli anni sessanta per poi studiare presso il C.G. Jung Institut di Zurigo e continuare le proprie ricerche negli Stati Uniti d’America. Ha ricoperto il ruolo di presidente dell’Associazione internazionale di psicologia analitica (Cipa) e della International association for analytical psychology (Iaap). I suoi studi, tradotti in diverse lingue si focalizzano su molte problematiche della contemporaneità, analizzate alla luce dei miti e di immagini archetipiche. Leggi

Mobilitazione. Insulti ai giornalisti, Mattarella a sostegno della libertà di stampa

By | Web e Comunicazione

Venti incontri per venti città. Il mondo del giornalismo si mobilita  per reagire agli attacchi di esponenti del governo – e anche dell’ala movimentista – del M5s. Dall’«infimi sciacalli» di Luigi Di Maio al «pennivendoli» e «puttane» usciti sabato dalla bocca di Alessandro Di Battista. Posizioni che hanno da subito suscitato aspre polemiche. Pur non entrando nell’agone, oggi il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricordato il «grande valore» della libertà di stampa. E così hanno fatto i presidenti delle Camere. Mentre pure l’alleato di governo Matteo Salvini ha preso le distanze dai pentastellati. Leggi