Monthly Archives

gennaio 2019

Cosa significa «diritto a non emigrare»?

By | Migranti e povertà

Sull’onda nazional-populista che attraversa questo momento storico, e non solo in Italia, non c’è molto da commentare. Da una parte, essa deriva da un generale senso di malcontento nei confronti della politica e della direzione sociale, economica e politica imboccata dall’Europa; dall’altra parte, questo sentimento fortemente imperniato sull’emotività e sulla paura nasce e si sviluppa anche in altri ambiti, nelle situazioni di incertezza. Leggi

Dal reddito di cittadinanza alla elemosina elettorale

By | Articoli Bioetica 2018

Negli anni del dopoguerra, quando il populismo aveva ancora la sua etichetta originale di movimento delle plebi impermeabili al liberalismo, ed alla modernità, di lazzaronismo legittimista, di partito “de o re”, gli anni di Lauro, leader del partito monarchico, sindaco di Napoli, alla plebe napoletana, agli abitanti dei “bassi”, dei quartieri spagnoli, agli affamati reazionari di una città gravemente rovinata dalla guerra, “piovve dal cielo” una sorta di elemosina speciale, il prezzo dei loro voti pagati in denaro, in pacchi di pasta, in vestiario e in scarpe. Scarpe distribuite prudentemente e non a paia, ma una per volta: una prima del voto, una dopo. Leggi

L’abuso dei social? Simile alla tossicodipendenza

By | Web e Comunicazione

L’uso eccessivo dei social media sarebbe comparabile alla dipendenza da droga. Ad affermalo è uno studio pubblicato sul “Journal of Behavioral Addictions”, che ha evidenziato una correlazione tra l’utilizzo dei social e la compromissione del processo decisionale, che è di norma carente nelle persone tossicodipendenti. Gli studiosi dell’università del Michigan hanno misurato la dipendenza psicologica da Facebook di 71 persone. I partecipanti sono quindi stati sottoposti all’Iowa Gambling Task, un test psicologico basato sul gioco d’azzardo che serve a osservare i meccanismi decisionali. Leggi

Non per vendetta ma per giustizia. Il debito di Battisti, il dovere della politica

By | Attualità 2018

Perfino l’arresto di un terrorista pluriomicida come Cesare Battisti, che finalmente e giustamente sconterà le sue condanne in un carcere italiano dopo quasi 40 anni di scandalosa latitanza, ci aiuta a capire quale pericolosa direzione abbia imboccato il nostro Paese. La doverosa e sentita soddisfazione istituzionale, espressa in modo impeccabile dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è stata seguita (verrebbe da dire circondata) da una serie di dichiarazioni e di atteggiamenti più consoni a un’arena che a uno Stato di diritto, volti a trasformare un atto di sacrosanta giustizia, seppure a lungo ostacolato in modo ingiustificabile perfino da autorità statali straniere, in un episodio di affermazione politica da parte delle forze di governo su quelle di opposizione e quasi di “vendetta di Stato” nei confronti del criminale catturato. Leggi

Una lettrice: «Si parla troppo dei preti pedofili e poco dei più che fanno bene»

By | Notizie Chiesa

Stimatissimo don Rizzolo, «Io i muri li dipingo, ma le gerarchie ecclesiastiche dovrebbero buttare giù quelli che li separano dai giovani» (Andrea Sergio, writer, sul n. 39.). Parole magistrali! Ho 79 anni, cattolica e praticante da sempre. Adoro il Vangelo e amo grandemente Papa Francesco. Però sono arrabbiata con la Chiesa per quel suo ossessivo rimarcare la pedofilia di preti e prelati… Una tale insistenza quanto danno ha fatto e continua a fare, specie ai nostri giovani che non frequentano più la chiesa? Anche Gesù aveva una “mela marcia” tra i suoi dodici, ma non l’ha mai così brutalmente pubblicizzato… Leggi

La Gaystapo ordina di rimuovere John Finnis

By | Gender

Una petizione di alcuni studenti dell’università inglese chiede la rimozione del noto cattedratico e filosofo, accusato di “omofobia”, perché si basa giustamente sulla morale naturale. Il suo caso ci ricorda che la libertà di insegnamento, come ogni altra libertà autentica, è strettamente congiunta alla verità. Leggi