Daily Archives

16 giugno 2019

Il Modena pride e le manifestazioni di orgoglio gay, tra blasfemia e strumentalizzazioni

By | Gender

Il primo giugno scorso, si è svolta a Modena la marcia dell’orgoglio gay, con il solito stile a dir poco grossolano a cui ormai siamo da tempo abituati. È noto come, durante queste manifestazioni, accada di tutto e che gli strali dei manifestanti vadano a colpire indistintamente ogni tipo di idea avversa alla cultura dell’orgoglio gay, non risparmiando nemmeno il sacro. Ma si sa, alla comunità Lgbt tutto è permesso, persino le sfilate apertamente blasfeme: abbiamo ancora negli occhi le immagini del gay pride di Pompei, tenutosi la scorsa estate, dove, è bene ricordarlo, ha sfilato un “Papa Francesco arcobaleno” e persino una Madonna gay impersonata da un uomo travestito con un abito sgargiante e una parrucca biondo platino con le braccia rivolte, in senso di accoglienza, verso gente che si scatenava in slogan non di certo ortodossi. Leggi

Il rossetto Viva Glam di Mac supporta Planned Parenthood

By | Articoli Bioetica 2018

Due importanti aziende cosmetiche hanno deciso di sostenere, da quest’anno, l’industria dell’aborto, attraverso il ricavato ottenuto dalla vendita di alcuni loro prodotti di bellezza. Stiamo parlando di Benefit Cosmetics e MAC Cosmetics (quest’ultima appartenente, a sua volta, all’azienda cosmetica Estée Lauder) che hanno dichiarato con orgoglio e ufficialmente, sul blog Popsugar la loro intenzione di supportare economicamente la più grande “macchina” abortista in America: Planned Parenthood. Leggi

Associazione Luca Coscioni chiede applicazione della 194. La replica di Boscia (AMCI): «Allora rispettino anche l’articolo 1»

By | Articoli Bioetica 2018

In 41 anni, in Italia, grazie alla Legge 194, sono stati praticati oltre sette milioni di aborti, contribuendo al grave squilibrio demografico del nostro Paese. Per l’Associazione Luca Coscioni, evidentemente, questo non basta: bisogna applicare la legge fino in fondo, perché, a loro avviso, in numerose regioni italiane, a molte donne non è consentito di abortire. Leggi

Dopo Mercatone Uno: superare le crisi aziendali con la solidarietà

By | Attualità 2018

Vicende come quella del Mercatone Uno, devono da un lato spronarci a ricercare strumenti e soluzioni diverse per risolvere le crisi aziendali, nella consapevolezza che non è possibile far gravare sulla fiscalità generale il costo di aziende divenute ormai non competitive o non sostenibili finanziariamente. E, dall’altro, ad aiutarci a riflettere sulla necessità di riscoprire le ragioni del nostro stare insieme, di condividere le nostre risorse materiali e umane cooperando per raggiungere, tutti insieme, ciascuno con il proprio lavoro, obietti di crescita economica e sociale. Solo così potremo sperare in una società più inclusiva e solidale.

Leggi